Tradizione

I nomi dei giorni della settimana nell’Occidente europeo, pur se cristianizzato da quasi due millenni, hanno in gran parte conservato le antiche radici pagane.
Il lunedí, lundi in francese, lunes in spagnolo, ricorda il giorno della Luna, il dies Lunae dei Romani, che per i tedeschi e gli inglesi, secondo il nome germanico della Luna, diviene rispettivamente Montag e Monday.
Il martedí, mardi in francese, martes in spagnolo, si richiama al dio Marte: significa infatti dies Martis, il giorno di Marte. I tedeschi e gli inglesi hanno conservato nel corrispondente nome Dienstag e Tuesday il ricordo di Zin, il dio germanico della guerra.
Il mercoledí, mercredi in francese, miércoles in spagnolo, si riferisce al dio Mercurio, mentre gli inglesi con Wednesday ricordano il dio Wodan, o Wotan. I tedeschi con Mittwoch vogliono invece solo indicare la collocazione del giorno a metŕ della settimana.
Il giovedí, jeudi in francese, jueves in spagnolo, rievoca Giove, il dio del tuono, denominato Thor dai Germani, da cui Donnerstag in tedesco, giorno del tuono, e Thursday in inglese.
Il venerdí, vendredi in francese, viernes in spagnolo, ricorda il dies Veneris, o giorno di Venere, dei Romani, che per i Germani era invece il giorno di Friga, moglie di Wotan, da cui Freitag in tedesco e Friday in inglese.
Il sabato, samedi in francese, sábado in spagnolo, attinge la sua denominazione alla tradizione ebraica, sabbat, che in tedesco diviene Samstag. Solo per l’inglese č rimasto, con Saturday, il ricordo dell’appellativo del dio romano Saturno.
La domenica, dimanche in francese, domingo in spagnolo, č per i cristiani il giorno del Signore, o dies Domini, che era per i Germani il giorno del Sole, ovvero Sonntag in tedesco e Sunday in inglese.

Lea