Il vostro spazio

 



Portare su di sé
il dolore del mondo
con leggerezza,
come fosse
un gioco di bimba.
Portarlo
in punta di piedi
perché il passo
non suoni greve.
Portarlo
quasi senza accorgersene,
per discioglierlo
in mille scintille
di Luce,
al tocco
della Tua mano
o Signore.
Elena Riccio

___________________________
Dal volume I cavalli del Sole,
Ed. L’Autore Libri, Firenze 2000.

Sogni, desideri lontani nascosti
in cassetti polverosi
ricoperti di brandelli di vita,
che rodono l’anima,
tarli celati in legname consunto.

Sogni: semi nascosti di una
realtà futura
schiacciati sotto la pietraia.

Ma la pioggia
penetrando tra i sassi
gonfierà quei semi,
esploderanno i germogli
e la pietraia
ritornerà giardino.

Giordana Canti

__________________________
Dal volume Oltre le colonne d’Ercole,
Lalli Editore, Poggibonsi 1990.

 
La forza che tende dentro le ossa
l’oscura volontà trattenuta sul gesto
trova la via dell’istinto piú forte
e spinge fuori la vita dal buio.

L’arte per me è dolore quotidiano
è la stanchezza del corpo sciupato
dalle ore di vigile coscienza
in continuo guardarmi disperato.

Nella stanchezza qualcuno mi guida la mano
mi spinge a scrivere versi di suono uguale
e la vita che soffro ancora mi schiude
pensieri uguali, ancora sommersi dal peso
delle ore vissute in continua coscienza.

Camillo Righini

L’essere angelico che attendiamo
viene quando si è pronti.
Meritarlo significa amarsi per amare.

L’essere angelico che attendiamo
muta continuamente forma.
Quando si crede d’averlo
l’abbiamo già perduto.

_________________________________________
Dal volume Coraggio d’amare, L’Aquila 2002.

L’essere angelico che attendiamo
ci invia continuamente segnali
che non accogliamo
perché troppo pieni di noi
e troppo vuoti d’amore.

L’essere angelico che attendiamo
è una ricerca continua d’amore
cercato su falsi piani
lontani dalla vera sede, il Cuore,
e per questo continuamente perso.

Bartolo Madaro