Il vostro spazio

Con purezza custodisci
nel tuo intimo la fiamma
che alimenta il sacro calice
e con amore restituisci
al mondo purificato
il male che ci inebria,
la solitudine che ci consuma,
il dolore che ci trasforma,
solcando la nostra anima
attraverso secoli e pianeti;
e troverai un cielo, un cielo
piú profondo del nostro
là dove ogni sorgere
santifica l’eroe.

Raffaele Sganga

Daniela Crivellaro «Infiorescenze»

Aristocrazie botaniche

Dopo anni di ricerche genetiche condotte da laboratori e scienziati in ogni parte del mondo, ecco l’azienda giapponese Suntory riuscire a produrre una rosa di colore blu. Mostro o meraviglia della natura? In attesa di rispondere al quesito, fiorai e vivaisti attendono con ansia la diffusione di questo controverso prodigio botanico.

Tentando la spirale
gelosa, impenetrabile,
oggi è sensazionale
la rosa discutibile.
A tanta meraviglia
che le leggi scompiglia
ci si chiede: a che pro
tale specie sbocciò?
Perché il colore blu
se nel tempo che fu
la rosa volle rosa
la Mente prodigiosa
che fece giallo il grano
e segreto l’arcano
per cui distingue il fiore
un precipuo colore?
Non cambia il portamento
un assurdo pigmento,
specie se non confà
al suo DNA.

Egidio Salimbeni

Ti rivedrò, sorriso di promesse
di giorni caldi e distesi d’amore
verdi nel mare, nei boschi lontani
dove saremo insieme nell’estate.

Un canto dolce oggi mi accarezza
mi fa scrivere ancora in suono dolce
per il dolce sorriso del tuo sguardo
per la dolce tristezza del tuo viso.

Camillo Righini

 

Volti

Vorrei riunire
in un unico volto
tutti i volti amati,
per comporli
in un unico quadro
senza volto,
senza nome,
ricco solo
della pienezza di Dio.

Elena Riccio

Da I Cavalli del Sole,
L’Autore Libri, Firenze 2000.