Il vostro spazio

Nel cerchio del mio essere
ti cerco, armonia,
teso l’orecchio alla nota
che spezzi la prigione.
Padrona del mondo
tessi d’amore gli esseri e le cose
e il tempo assorbi,
finché non esista piú l’ora
e l’attimo si espanda all’infinito.

Alda Gallerano

La mia giornata è un lungo soliloquio,
solitarie parole per te che amo.
Pensieri vaganti, chiari a volte
a volte chiusi in un cerchio di notte.
Come vorrei non soffrire il male
che sempre ho fatto a chi piú mi ha amato!
Ancora mi salva un pensiero, una luce:
ognuno riceve dal tempo che passa
e schiude ogni giorno al potere del male
la voce piú vera, la nota profonda,
lo stile, tu stesso, chi sei, la domanda
che ancora ti chiude in un cerchio di notte
ma ancora ti lascia piú solo, piú vivo.

Camillo Righini

Come una perla
in fondo al mare
è la tua luce
ai miei occhi.

Una perla nascosta
da chilometri d’acqua
da profondità abissali,
dal rigore
di una conchiglia.

Una perla
è di chi la riconosce,
ma è per tutti
la sua bellezza.

Elena Riccio

Da I Cavalli del Sole,
L’Autore Libri, Firenze 2000.

Il raggio dell’ultimo tramonto
fonde l’argento delle acqua palustri.

Le acquatiche foglie frusciano
nella brezza serale
il saluto della notte incombente.

Stridii di uccelli accompagnano
la musica d’invisibili sfere.

Miracolo è il mare che s’interra
e s’unisce all’acque del monte,
alla terra
trasudante vene di vita
remota e silente.

Giordana Canti

Da Oltre le Colonne d’Ercole,
Lalli Editore, Poggibonsi 1990.


Adriano Bon «Determinazione assoluta»