Il vostro spazio

È nel sorgere del sole
che le tenebre si diramano
ed il blu dipinge il cielo,
l’angelo ci accompagna al tempio
ed il sale della terra
compenetra gli eroi.

È nel sorgere del sole
che l’arcano della madre
svela la natura,
il mio cuore piú leggero
si connubia alla sostanza
e la calma trasmutante
si eleva alle potenze.

È nel sorgere del sole
che nel silenzio della mia anima
l’Io si manifesta,
la sacra fiamma si accende
ed il Cristo, essenza pura dell’Amore,
mi riempie.

Raffaele Sganga

Le ore che passano, i giorni lontani, le cose
che per noi scorrono e tengono chiusi i pensieri
e le parole che vorremmo sciogliere dolci
e facili tra noi, le stagioni diverse,
la neve, il freddo, la tua nebbia padana,
il mio inutile, splendido sole di Roma,
la tua vita e la mia, lontane e unite insieme.

Questo ancora ci pesa, questo ancora impaurisce
la tua piccola vita capace di tanto amore
e la mia, scavata da troppo soffrire.

Camillo Righini

Come un fiore che ogni soffio di vento
a suo piacimento pieghi,
cosí forte ed eterna è la vita.
Risplende come puro
sfaccettato diamante,
che rifrange in ogni punto la luce
e neppure un vento di tempesta
nella sua forza smuove o annichilisce.
Vedere l’onda dei pensieri
solcare liberi e vasti paesaggi:
maestosi, come l’ampio respiro dello spirito.

Infinita sia compassione
infinita purezza
che come un soffio dissolvano
il dolore del mondo.

Alda Gallerano

 

Uscito sul balcone perché svegliato in piena notte da un tonfo, un abitante di un condominio della capitale vi ha trovato un’iguana di grande taglia, precipitata dal piano di sopra. L’animale era considerato dal suo proprietario alla stregua di un cucciolo da compagnia.

La grossa bestia
orrida e lesta
piove dal cielo
e per un pelo
sul balconcino
del coinquilino
non fa un macello
col suo fardello:
che c’è di male,
è un animale!
La “Magna Charta”

di pietà esperta,
pena l’ammenda
e la tremenda
cupa sanzione
della prigione,
impone amore
a tutte l’ore,
anche se è un mostro
che alla finestra
rompe e scompiglia
sonno e famiglia.

Egidio Salimbeni