La casa di Livia

Poesia

La casa di Livia

peristilio

Ascolta la poesia letta da Eugenio Marinelli:
      

Il vento piega il sistro

dell’acànto fiorito senza voce;

ali distanti solcano la sera

bruciandosi nel sole.

Alla casa di Livia ho visto donne

paludate di porpora e di bisso

muoversi lievi in freschi peristili

portando rose e glicini a ghirlande,

altre colmare d’olio le lucerne

proteggendo la fiamma con la mano

resa d’opale al gioco della luce.

Ho udito l’arpa unirsi alla tua voce

e la fontana far da contrappunto

all’arcano vibrare delle note.

Questa, mia dolce amica, è la stagione

in cui l’acànto mette fiori e piega

al vento della sera il sistro muto.

 

Fulvio Di Lieto