Una personalità eclettica

Ringraziamenti

Una personalità eclettica

Fulvio Di Lieto

Il nostro Direttore, Fulvio Di Lieto, è salito alla Casa del Padre. Fin dal lontano 1997 ha riempito le pagine dell’Archetipo con i suoi scritti, firmati con i tanti pseudonimi che lo caratterizzavano: Ovidio Tufelli, per le storie di Roma, Leonida I. Elliot per i problemi sociali, Teofilo Diluvi per gli articoli di etica, Il cronista per le sue satire graffianti, Elideo Tolliani per Siti e miti, Egidio Salimbeni per le sue liriche scherzose e irriverenti.

Una personalità cosí eclettica e doviziosa di realizzazioni tanto multiformi è insostituibile. Cercheremo però di continuare il lavoro cui tanto teneva e che rappresentava il suo continuo pensiero, mese per mese, anno per anno, alternando l’impegno dell’Archetipo a quello dei suoi libri di poesia e prosa che si sono succeduti nel tempo.

Voglio ringraziare il dottor Fabio Burigana, che fino all’ultimo giorno si è prodigato curandolo amorevolmente e sostenendolo. Un ringraziamento di cuore a tutti gli amici che nel momento piú difficile ci hanno aiutato a realizzare il ritorno a Roma di Fulvio, la città che tanto ha amato, e che negli ultimi brevi giorni di vita guardava dalla finestra con una gioia ritrovata. Cosí è nata, dopo il suo arrivo nella casa dove tanto aveva desiderato abitare, la poesia “Assedio – Tetti di Roma”, che riportiamo in questo numero: la visione dei tetti nel “sudario azzurro” del cielo, nelle “ore scandite ai campanili d’oro”.

 

Marina Di Lieto Sagramora