Alchimie

Poesia

Alchimie

Alchimie

Fedele al Verbo, scorri la campagna,

randagio cuore, solitario vai

di stupore in stupore: l’orchidea

selvatica dai muri trae vigore,

mentre la violaciocca il suo profumo

dai ruderi distilla, coi suoi petali

di porpore fenicie rosso ardente

il papavero alloppia di languori

e sogni edulcoranti i tuoi pensieri.

Tutto quello che vive ha un suo recondito

trafficare con l’ansia di produrre

dal nulla quanto basta a sopravvivere,

innalzando vessilli di bellezza

e simmetria, la forza per ripetere

se stesso in un rosario senza fine

di vita e segni chiari dell’eterico

che invisibile trama a fecondare

spore e semi, e il coraggio per difendere,

oltre ogni prova, la Parola e il fuoco

che fonde in armonia l’oro del mondo.

E la tua voce, cuore, inestinguibile.

 

                              Fulvio Di Lieto